logo

Politica sui reclami

Ai sensi dell’art. 128 bis del T.U.B., della Delibera CICR 275/2008 nonché delle Disposizioni della Banca d’Italia sui Sistemi di risoluzione stragiudiziale delle controversie in materia di operazioni e dei servizi bancari e finanziari, il Cliente, che voglia contestare a Fincentrale SpA un comportamento o un’omissione, ha facoltà di presentare reclamo in forma scritta all’Ufficio Reclami della Fincentrale SpA. Per “reclamo” si intende ogni atto con cui un cliente chiaramente identificabile contesta in forma scritta all’intermediario un suo comportamento o omissione, esso va presentato dal Cliente in forma scritta con le seguenti modalità: raccomandata a.r., raccomandata a mano, fax, e-mail all’indirizzo ufficio.reclami@fincentrale.it. L’Ufficio Reclami è tenuto a dare riscontro al reclamo entro trenta giorni dall’avvenuto ricevimento. Nel caso mancata evasione del reclamo nei tempi indicati o di risposta ritenuta insoddisfacente, il Cliente ha facoltà di presentare ricorso all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF).

Arbitro Bancario Finanziario: L’Arbitro Bancario Finanziario è un sistema di risoluzione delle liti tra i clienti e le banche e gli altri intermediari che riguarda operazioni e servizi bancari e finanziari. Ad esso possono rivolgersi i clienti per controversie aventi ad oggetto l’accertamento di diritti, obblighi e facoltà, indipendentemente dal valore del rapporto cui si riferiscono; viceversa qualora il ricorso abbia ad oggetto la corresponsione di una somma di denaro a qualunque titolo dovuto, rientrerà nella competenza dell’Arbitro Bancario Finanziario solo qualora la somma richiesta non superi Euro 100.000,00.
– Il ricorso avente ad oggetto la stessa contestazione del reclamo può essere presentato entro un anno dalla data di avvenuta presentazione del reclamo scritto a Fincentrale SpA. Il ricorso deve essere sottoscritto personalmente ovvero munito di procura se presentato (per conto del cliente) da un’associazione di categoria a cui il Cliente aderisca ovvero da rappresentante a ciò autorizzato e dovrà essere redatto secondo la modulistica pubblicata sul sito internet dell’Arbitro Bancario Finanziario www.arbitrobancariofinanziario.it o reperibile presso le Filiali aperte al pubblico della Banca d’Italia, e inviato presso la Segreteria tecnica del Collegio competente ovvero depositato presso le Sedi della Banca di Italia aperte al pubblico che provvederanno all’inoltro. Il ricorso è gratuito, salvo il versamento di Euro 20 quale contributo alle spese di procedura. La Guida pratica inerente l’Arbitro Bancario Finanziario e il modulo per adire l’Arbitro Bancario Finanziario sono disponibili anche presso gli uffici aperti al pubblico della Fincentrale SpA nonché sul sito internet www.fincentrale.it. Nel caso in cui il Cliente decida di ricorrere all’Arbitro Bancario Finanziario, è tenuto a darne tempestiva comunicazione scritta alla Fincentrale SpA.


Leave a Reply